I pompieri usano una scavatrice per salvare una Jack Russell

Trappola sotterranea

Una cagnolina che è rimasta intrappolata in un tubo di scarico sotterraneo è stata salvato grazie all’aiuto di una pala meccanica.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, cani, Jack Russell, pompieri, vigili del fuoco, scavatrice, tubature

Lulu, una Jack Russell di cinque anni, si è trovata in guai seri dopo essersi intrufolata in un buco in un parcheggio a Boveney Lock, in Inghilterra.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, cani, Jack Russell, pompieri, vigili del fuoco, scavatrice, tubature

Gina Kaiser, la padrona della cagnetta, ha chiamato amici e parenti per farsi aiutare a tirarla fuori finché non si è resa conto che Lulu era finita nel sistema di tubature sottostante il parcheggio.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, cani, Jack Russell, pompieri, vigili del fuoco, scavatrice, tubature

Gina ha contattato immediatamente i vigili del fuoco che, usando una scavatrice, hanno rotto l’asfalto del parcheggio e sono riusciti ad arrivare al tubo in cui era bloccata Lulu. 

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, cani, Jack Russell, pompieri, vigili del fuoco, scavatrice, tubature

I pompieri hanno tagliato una sezione della tubatura e uno di loro si è introdotto all’interno per recuperare Lulu.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, cani, Jack Russell, pompieri, vigili del fuoco, scavatrice, tubature

La signora Kaiser, un’assistente sociale, ha gridato di gioia ed è scoppiata in lacrime quando ha visto la cagnetta in braccio al vigile del fuoco che l’ha salvata. “Sono stati tutti meravigliosi, gentili e attenti. Non potrò mai ringraziarli abbastanza” ha dichiarato Gina.

 

Fonte: Orange News

Foto: Baylis Media/Solent News, SWNS.COM

 

I pompieri usano una scavatrice per salvare una Jack Russellultima modifica: 2013-04-17T10:00:00+02:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento