Il Puppy Bowl, l’alternativa animale al Super Bowl

Un gioco da cani

Domenica 3 febbraio negli Stati Uniti si giocherà il Super Bowl, la finale del campionato di football americano che come tutti gli anni richiamerà davanti alla tv milioni di spettatori, tra gli 80 e il 90, cifra che corrisponde a circa il 60 per cento di share.

Questi numeri indicano anche che durante la finale gli spettatori americani che non amano il football hanno poche vere alternative: se però sono amanti degli animali potranno guardare il Puppy Bowl, la partita degli animali che da nove anni viene trasmessa dal canale tv Animal Planet e che l’anno scorso è stata vista da otto milioni e mezzo di spettatori.

notizie animali, puppy bowl, cuccioli del puppy bowl, animal planet

Che cos’è il Puppy Bowl? Per due ore i cuccioli di cane – una cinquantina, tutti tra le otto e le dodici settimane di vita – si aggirano su una riproduzione in scala di un campo da football giocando con vari oggetti e sono coordinati e sorvegliati da un arbitro umano. Non manca nemmeno il commentatore.
I numeri parlano chiaro e dicono che durante la finale gli spettatori americani che non amano il football hanno poche alternative: se però sono amanti degli animali possono guardare il Puppy Bowl, la partita degli animali che da nove anni viene trasmessa dal canale tv Animal Planet e che l'anno scorso è stata vista da otto milioni e mezzo di spettatori.

Quella del Puppy Bowl è una ricetta semplice, si guardano dei cuccioli che giocano e ci si diverte soprattutto con quanto sta intorno alla partita: i replay delle azioni più belle, le riprese dalla telecamera infilata nella ciotola dell’acqua o dentro un giocattolo, la vasca idromassaggio per far rilassare i cuccioli, imitazione di quella usata dai veri giocatori di football. Ci saranno anche le cheerleader, le ragazze pon pon,  in questo caso dei ricci.

I numeri parlano chiaro e dicono che durante la finale gli spettatori americani che non amano il football hanno poche alternative: se però sono amanti degli animali possono guardare il Puppy Bowl, la partita degli animali che da nove anni viene trasmessa dal canale tv Animal Planet e che l'anno scorso è stata vista da otto milioni e mezzo di spettatori.

Come nel vero Super Bowl tra un tempo e l’altro ci sarà uno spettacolo che quest’anno avrà come protagonisti i cuccioli di gatto. Alla fine verrò eletto anche l’MVP: nel football americano è il miglior giocatore (Most Valuable Player), in questo caso sarà il Most Valuable Puppy, il cucciolo più votato via web dagli spettatori.

Chi è preoccupato per gli animali coinvolti può stare tranquillo: la partita viene filmata a ottobre e trasmessa dopo un lavoro di montaggio, i cuccioli non restano mai in campo più di venti minuti ciascuno e sono sorvegliati da un veterinario e dagli operatori della Humane Society, la più importante organizzazione animalista statunitense.

I numeri parlano chiaro e dicono che durante la finale gli spettatori americani che non amano il football hanno poche alternative: se però sono amanti degli animali possono guardare il Puppy Bowl, la partita degli animali che da nove anni viene trasmessa dal canale tv Animal Planet e che l'anno scorso è stata vista da otto milioni e mezzo di spettatori.

Tutti gli animali arrivano da rifugi di varie città e sono adottabili: Animal Planet ha già comunicato che al momento solo quattro animali sono ancora in cerca di casa. Tutte le informazioni sul Puppy Bowl, foto di tutti i cuccioli partecipanti comprese, sono sulla pagina ufficiale del programma.


Il Puppy Bowl, l’alternativa animale al Super Bowlultima modifica: 2013-02-02T08:00:00+01:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento