Due baby ghiri vivono in una zucca

Tra Cenerentola e Halloween

Due rari cuccioli di ghiro si stanno riprendendo bene dopo essere stati salvati dalle grinfie di un gatto che li stava per mangiare.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, ghiri, cuccioli di ghiro, ghiri salvati, zucche e ghiri

I piccoli, battezzati Hansel e Gretel, avevano due settimane e pesavano meno di sei grammi ciascuno quando sono stati portati all’HART Wildlife Rescue, in Inghilterra.

Adesso, dopo quaranta giorni, hanno raddoppiato il loro peso e quando raggiungeranno i 15 grammi verranno trasferiti al Paignton Zoo nel Devon.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, ghiri, cuccioli di ghiro, ghiri salvati, zucche e ghiri

I due fratellini per adesso vivono in una piccola zucca che usano sia come cuccia che come snack. Quando sono arrivati al Centro, sono stati allattati ogni ora per diversi giorni.

Caragh Hunter, una veterinaria, ha dichiarato: “Usavamo un pennellino inzuppato in un latte speciale.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, ghiri, cuccioli di ghiro, ghiri salvati, zucche e ghiri

All’inizio bevevano tre-quattro gocce a pasto, poi una decina e dopo un po’ è stato possibile nutrirli col contagocce. Adesso mangiano cibo solido, bacche e nocciole”.

Quando Hansel e Gretel arriveranno a Paignton, saranno inseriti in un programma di riproduzione che mira ad aumentare il numero di ghiri, poi saranno restituiti alla Natura.

notizie animali, notizie divertenti, notizie strane, notizie commoventi, ghiri, cuccioli di ghiro, ghiri salvati, zucche e ghiri

La signora Hunter ha aggiunto: “Sono presenti pochissimi esemplari in Gran Bretagna ma siamo fortunati ad avere una piccola comunità nel sud dell’Inghilterra”.

I ghiri trascorrono circa tre quarti della loro vita dormendo e cadono in letargo quando il cibo scarseggia, per conservare le energie.

Fonte: BBC NEws

 

Due baby ghiri vivono in una zuccaultima modifica: 2011-10-31T08:00:00+01:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento