Animali portano conforto agli anziani di una casa di cura

Amici in visita

 

 

Se qualcuno facesse una capatina alla casa di riposo The Alexander, a Morley in Inghilterra, non crederebbe ai propri occhi.

Cani, gatti e pefino galline sono di casa nella struttura e gli ospiti li accolgono con grande affetto ed entusiasmo.

 

animali_terapeutici1.jpg

 

 

Ma è l’asinello Eeyore a riscuotere più successo di tutti gli altri. “E’ ormai provato che il contatto con gli animali sia terapeutico.

Quando i nostri ospiti accarezzano un cane o un gatto, ricordano la loro infanzia e ricevono un input inconscio a occuparsi di loro, cosa che li fa sentire utili perché hanno ancora uno scopo nella vita” ha dichiarato la direttrice dell’Alexander, Wendy Evered.

 

 

animali_terapeutici2.jpg

 

 

“Quando porto il mio Jack Russell, una signora che di solito non parla mai diventa vivace e trascorre un sacco di tempo ad accarezzarlo e a chiacchierare con lui.

Gli animali sono di grande aiuto e conforto agli anziani che soffrono di depressione o demenza senile perché riescono a farli uscire dal guscio in cui si sono rifugiati”.

 

animali_terapeutici3.jpg

 

 

Questo particolare servizio è organizzato dalla Elisabeth Svendsen Trust, un struttura che usa gli animali da fattoria come terapia alternativa per anziani e bambini.

La Elisabeth Svendsen Trust sorge a Eccup, nello Yorkshire, ed è un’oasi animalista che ospita asinelli, galline, caprette, cani e gatti e li impiega tutti un attività terapeutiche, di riabilitazione o di recupero.

 

 

animali_terapeutici4.jpg

 

 

Eeyore è uno dei 19 asinelli che vivino nell’oasi e le sue visite all’Alexander sono sempre accolte con grande entusiasmo, sia dagli ospiti che dal personale della casa di cura.

 

 

Fonte: Yorkshire Evening Post

 

 

Animali portano conforto agli anziani di una casa di curaultima modifica: 2011-02-28T08:00:00+01:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento