Baby pipistelli salvati dalle alluvioni in Australia

Stesi ad asciugare

 

 

Questi deliziosi cuccioli di pipistrelli avvolti in mini-coperte sono stati salvati dall’Ente Protezione Animali australiano dalle violente alluvioni che hanno colpito il Paese.

 

baby_pipistrelli1.jpg
I cinque fagottini fanno parte di un gruppo di 130 orfanelli che sono stati ricoverati all’Australian Bat Clinic and Wildlife Trauma Centre e curati dalla dottoressa Trish Wimberley e dalla sua equipe.

I cuccioli di pipistrello sono particolarmente vulnerabili durante i disastri naturali perché, essendo allattati a terra, sono tra i primi animali a essere in pericolo.

I piccoli salvati sono stati allattati artificialmente, col biberon, e sono stati appesi dentro dei bozzoli di stoffa a un filo per la biancheria.

 

baby_pipistrelli2.jpg
Quelli più piccoli, e dunque in una situazione più critica, sono stati trattenuti nel reparto di terapia intensiva, in speciali incubatrici, fin quando non sono stati fuori pericolo.

I baby pipistrelli resteranno nella clinica australiana per almeno quattro settimane, finché non saranno in grado di volare da soli.

 

baby_pipistrelli3.jpg

 

La dottoressa Wimberley ha sottolineato la grande importanza dei pipistelli nell’ecosistema: “Questi animali sono il barometro di quello che succede nell’ambiente. Sono come i canarini nelle miniere di carbone”.

 

Fonte: Paw Nation

 

 

 

Baby pipistelli salvati dalle alluvioni in Australiaultima modifica: 2011-01-31T08:00:00+01:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento