Zampa artificiale per elefantessa ferita da una mina

Four is better than three

 

Motola, una femmina di elefante tailandese, cammina di nuovo quasi normalmente grazie a una protesi ortopedica.

L’elefantessa ha perso una parte della zampa sinistra per aver camminato su una mina mentre lavorava trasportando legname in un accampamento lungo il confine col Myanmar, una zona piena di ordigni non esplosi.

 

elefante_protesi1.jpg

 

Veterinari e orpotedici hanno preso l’impronta della zampa menomata e hanno realizzato un arto meccanico che le hanno attaccato qualche giorno fa.

“Spero che accetterà la nuova zampa come ha fatto Mosha, un cucciolo di elefante che è stato ferito da una mina nel 2007 e che è cresciuto con un arto finto”, ha dichiarato Soraida Salwala, segretario generale dell’associazione non governativa Friends of the Asian Elephant.

 

elefante_protesi2.jpg

 

Entrambi gli animali sono stati curati e operati all’Elephant Hospital, una struttura creata da Soraida nel 1993.

Motola è stata ferita nel 1999 in una zona della Tailandia che più di cinquant’anni di guerre civili hanno disseminato di mine anti-uomo.

 

elefante_protesi3.jpg

 

Per salvarle la vita è stato necessario ampultarle la parte ferita e ha camminato precariamente su tre zampe finché, due anni dopo, non le è stato applicato un arto temporaneo molto rudimentale.

La nuova zampa artificiale è stata costruita dalla Prostheses Foundation che realizza anche protesi ortopediche a bassissimo prezzo ma di qualità per umani.

 

 

Fonte: nydailynews

 

 

Zampa artificiale per elefantessa ferita da una minaultima modifica: 2009-11-10T08:00:00+01:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Zampa artificiale per elefantessa ferita da una mina

  1. povera elefantessa , e il minimo che potevano fare per questa elefantessa sfruttata peggio degli operai, e una vergogna obbligare questi poveri animali a lavorare per loro , anche se poi gli animali vere bestie sono quelli che li obbligano a lavorare e a disseminare mine nell foresta. sono loro le bestie!!!!!!

  2. Buongiorno,
    noi riportiamo soltanto le notizie, non siamo in grado di fare nulla per gli animali che ne sono protagonisti. Ma forse puoi scrivere a Friends of the Asian Elephant, cercando l’e-mail sul loro sito, e segnalare il problema di quell’elefante.
    In bocca al lupo.

Lascia un commento