Nasce la prima clinica per rangagi

La clinica dell’amore

 

La Fondazione Prelz (www.adottauncane.it) si occupa di cani randagi. Li accoglie, li cura se necessario – e non soltanto fisicamente – e si fa in quattro per trovare loro una casa e una famiglia.

 

clinica_randagi1.jpg

 

La struttura, che si trova nel Lazio a Campagnano di Roma, è anche molto sensibile e attenta al fenomeno del randagismo che in alcune parti d’Italia sta acquistando proporzioni allarmanti.

La clinica per randagi della Fondazione Prelz, la prima in Italia, dovrebbe aprire i battenti a breve. Lo scopo della struttura sanitaria sarà anche quello di sterilizzare il maggior numero di femmine possibile, proprio per tentare di arginare in parte il fenomeno del randagismo.

 

clinica_randagi2.jpg

Scrive Xenia Prelz, fondatrice della struttura, sul sito: “A nessuno di noi piace dover sterilizzare le cagnette. Ma quale fine spesso crudele è riservata ai cuccioli in esubero? Pensiamoci bene prima di far nascere un’altra cucciolata.

Trovare una famiglia ad un cane è sempre più difficile. Magari lì per lì vengono presi come giocattolo per i bambini o come cura “biologica” contro la depressione, ma quando si rivelano un grosso impegno, un problema, che fine fanno? Troppo spesso finiscono per essere abbandonati.

 

clinica_randagi3.jpg

La sterilizzazione è un modo per cercare di arginare questa valanga, ma anche qui le difficoltà sono infinite. Il costo alto dell’intervento è un grosso deterrente e poi c’è il sentimentalismo.

Chi contesta la sterilizzazione come innaturale dovrebbe soffermarsi un attimo a considerare quale potrebbe essere la sorte dei cuccioli, dei loro nipoti e pronipoti. Ogni cucciolata produce nel giro di pochi anni centinaia di cani e la loro sorte è raramente fortunata; troppo spesso invece terribile.

Chi è contro le sterilizzazioni pensi a tutto questo. Più che un diritto alla vita sembra che si voglia garantire un diritto alla sofferenza e a una morte atroce.

 

clinica_randagi4.jpg

 

Una struttura come questa potrebbe essere di grande aiuto ai fini del contenimento del randagismo, funzionando come polo di sterilizzazioni per i comuni limitrofi.

La Fondazione opera ovviamente in regime di gratuità facendosi rimborsare unicamente le spese vive degli interventi operatori e assumendosi in toto l’onere di tutto il resto: gestione e cure del post operatorio, farmaci, cibo, mantenimento della struttura e molto altro”.

 

Fonte: Fondazione Prelz

 

– | –

Nasce la prima clinica per rangagiultima modifica: 2009-03-04T08:00:00+01:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento