Baby orangotango orfano in crociera per raggiungere la sua nuova casa

L’ultimo dell’anno in crociera

 

Un cucciolo di orangotango abbandonato dalla sua mamma è stato imbarcato su una nave da crociera, dove ha viaggiato in una cabina di prima classe, per raggiungere la sua nuova casa.

scimmia_crociera1.jpg

 

Silvestre, che festeggerà il suo primo compleanno il 31 dicembre, ha cenato con succhi di frutta e latte durante la traversata di 24 ore da Santander in Spagna a Portsmouth in Inghilterra.

 

scimmia_crociera2.jpg

 

Le Brittany Ferries gli anno assegnato una cabina di prima classe a quattro letti, a bordo della Cap Finistere, che costa 180 euro a notte.

 

scimmia_crociera3.jpg

 

Il piccolo ha trascorso la maggior parte della traversata a esplorare la cabina e a dondolarsi sulle scalette dei letti a castello. Gli è stato anche concesso di andare a trovare il capitano della nave, Patrick Thomas, sul ponte.

“Abbiamo avuto diversi ospiti illustri sulle nostre navi e abbiamo soddisfatto anche richieste particolari, ma non abbiamo mai avuto l’onore di ospitare un cucciolo di orangotango” ha dichiato il marinaio Chris Jones.

 

scimmia_crociera4.jpg

 

I gestori dello zoo spagnolo di Santillana, che hanno accompagnato il piccolo originario di Sumatra, lo hanno allevato per 11 mesi, allattandolo artificialmente, perché la madre lo ha abbandonato immediatamente dopo la sua nascita.

Adesso Silvestre sarà accolto al Monkey World di Wareham nel Dorset, l’unico “asilo nido” europeo per orangotanghi orfani, dove comincerà una nuova vita.

 

scimmia_crociera5.jpg

 

La dottoressa Alison Cronin, che lavora nella struttura, ha dichiarato: “Il nostro obiettivo è farlo crescere il più serenamente e naturalmente possibile in modo che diventi un adulto equilibrato e possa convivere in pace con gli altri orangotanghi”.

 

 

Fonte: Orange News

 

 

Baby orangotango orfano in crociera per raggiungere la sua nuova casaultima modifica: 2010-12-31T08:00:00+00:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento