Giraffa neonata salvata col latte di capra

Riacciuffata per il collo!

Molly, una baby giraffa nata due settimane fa nello zoo di Southwick a Mendon nel Massachussetts, ha rischiato di morire di fame.

 

giraffa_Molly1.jpg

Mauzy, la sua mamma, non è in grado di produrre il colostro, o primo latte, vitale per i neonati e in grado di proteggerli da batteri e virus.

Ma il problema non è soltanto questo. Un portavoce dello zoo ha dichiarato che Mauzy non era affatto interessata a sua figlia. La ignorava.

 

Fortunatamente i veterinari dell zoo, insieme alla Tufts University School of Veterinary Medicine, sono riusciti a salvare Molly.

 

giraffa_Molly2.jpg

 

All’inizio la baby giraffa è stata nutrita con latte di mucca, ma i veterinari si sono accorti che non ne beveva abbastanza, era debole e non riusciva a reggersi in piedi.

 

I gestori dello zoo hanno deciso di trasferirla alla Tufts University nella speranza che Molly si riprendesse.

I veterinari le hanno cambiato la dieta, latte di capra la posto di latte di mucca, e l’hanno sottoposta a un trattamento antibiotico attraverso un catetere attaccato al collo.

 

giraffa_Molly4.jpg

Per un paio di giorni Molly ha continuato a mangiare poco.

 

Ma improvvisamente, sabato scorso, ha cominciato a “ciucciare” avidamente tutto il latte dal biberon quattro volte al giorno.

Adesso Molly sta bene e tra qualche giorno potrà essere riportata allo zoo.

 

giraffa_Molly3.jpg

La giraffina continuerà ad essere nutrita artificialmente e, momentaneamente, non vivrà nella stessa gabbia della madre, ma sarà a portata di vista.

I gestori dello zoo sperano in un riavvicinamento graduale tra madre e figlia, contando anche sul carattere estremamente dolce e affettuoso di Molly.

Fonte: Boston.com

 

– | –

Giraffa neonata salvata col latte di capraultima modifica: 2009-03-06T08:00:00+00:00da salvolapecora
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento